IL FOTOVOLTAICO TRASPARENTE

fotovoltaico-trasparente

Le soluzioni dal tetto alla facciata

Fotovoltaico Trasparente è oggetto di studio nel mondo dell'edilizia e dell'architettura già da diversi anni ma solo recentemente lo studio svedese Bernstrand ha ideato una soluzione che consente di applicarlo sulle mura esterne degli edifici, attraverso finestre, prospetti, tende e balconi; rendendo questi elementi della facciata parte attiva della produzione dell'energia di ciascun appartamento dello stabile e diminuendo sensibilmente l'ingombro rispetto agli attuali impianti fotovoltaici.

Cos'è il fotovoltaico trasparente?

La tecnologia adottata dallo studio Bernstrand è il fotovoltaico trasparente, un particolare tipo di fotovoltaico, particolarmente indicato per il vetro, di cui esistono tre tipologie:

  • Fotovoltaico trasparente in gel di silicio, sfrutta le proprietà semiconduttrici del silicio per produrre energia elettrica. L'applicazione avviene iniettando il gel di silicio tra I doppi vetri, o, qualora l'infisso sia dotato di vetro singolo, spruzzandolo su di esso;
  • Fotovoltaico trasparente a base organica, ovvero delle celle solari composte da due elettrodi tra cui vengono deposti dei particolari polimeri con proprietà semiconduttrici, in grado di produrre energia elettrica
  • Fotovoltaico trasparente a base di grafene, attualmente non usato e in fase di studio in quanto si ha difficoltà a farlo aderire alla base della cella.

Il progetto dello studio Bernstrand:

Lo studio Bernstrand ha progettato l'applicazione del fotovoltaico, in modo modulare, sugli elementi della facciata in modo tale che non ne venga compromesso il normale utilizzo ma allo stesso tempo venga massimizzata la quantità di luce che essi possono recepire.

L'esempio, fornito dallo studio svedese, presenta un'edificio, con negozio, cantine e vano scala, con una superficie di 2600 mq che è in grado di produrre 72543 KWh all'anno; applicando un sistema simile in Italia, la quantità di energia prodotta sarà sensibilmente più elevata, in quanto il nostro paese gode di un'esposizione alla luce solare durante l'anno ben più lunga rispetto alla Svezia.

In particolare, lo studio ha identificato tre principali elementi, o moduli, della facciata che possono aiutare alla massimizzazione della produzione di energia per singola abitazione; tali moduli sono: I frontali dei balconi, le tende e le tapparelle per le finestre.

I Balconi: sarà sufficiente progettarli e costruirli in modo da impedire che oscurino, anche se in parte, con la loro ombra le persiane.

Le Finestre: presentano rispetto al classico fotovoltaico, una produzione di energia meno efficiente ma posso essere installate con maggiore semplicità e hanno costi ridotti (il costo si recupera nell'arco di 5 anni). Inoltre, anche se su di esse viene applicato il cosiddetto fotovoltaico trasparente, è presente anche un sistema oscurante in grado di modulare la luminosità di ogni stanza.

Le Tende: già apparse nel mercato italiano da circa due anni, assomigliano ad una tenda avvolgibile con la differenza che sono rivestite di pannelli fotovoltaici. Lo studio Bernstrand, rimanendo in linea con il suo principio di efficienza e vivibilità, ha immaginato tali tende regolabili in modo da consentire agli inquilini di poter gestire la quantità di luce che si vuole sul balcone, in modo che quando il balcone non è in uso, la tenda possa esser completamente abbassata per recepire la massima quantità di luce. L'installazione è veloce tanto quanto quella della tenda tradizionale.

NEWSLETTER

SPONSOR

 

SOCIAL NEWS

Azienda

EUDOMIA

Indirizzo: Via Bruno Serotini 89
00135 Roma (RM) - Italia

Tel: 328 982 6756 - Fax: 06 303 10 790
E-mail: info@eudomia.com

Seguici

facebook-eudomiatwitter-eudomiapinterest-eudomiagoogle+_edudomia

Contattaci