pannelli-in-canapa

PANNELLI IN CANAPA PER L'ISOLAMENTO

di Giulia Monte, Architetto


Quando si parla di canapa non sempre se ne conoscono gli innumerevoli impieghi. La canapa è una fibra vegetale molto resistente, che necessita di ridotte quantità di acqua ed è incredibilmente resistente all’attacco di insetti e parassiti; per queste regioni viene utilizzata anche nell’edilizia, per la realizzazione di pannelli isolanti. La coltivazione della Cannabis Sativa è regolamentata dalla Circolare ministeriale del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali N. 1 Prot. 200/2002, la quale ne limita la coltivazione a questa varietà per il ridotto contenuto di THC, ovvero il principio attivo farmacologico della pianta.

Già Leon Battista Alberti nel corso del 1400 ne enunciava l’utilità nell’edilizia poiché, aggiunta alle malte, ne migliorava significativamente la qualità. Parliamo quindi di un’importante risorsa nel campo della bioedilizia, di semplice coltivazione e ottime prestazioni, che rappresenta un vantaggio ambientale, etico ed economico. La canapa è di facile lavorazione e non comporta rischi di irritazioni cutanee o problemi alle vie respiratorie, infatti parliamo di un materiale “carbon negative”, cioè che sintetizza il carbonio e riduce le emissioni di CO2 nell’atmosfera; quindi rende gli ambienti in cui è applicata più salubri ed abbatte anche le emissioni inquinanti del processo edilizio.

Isolare con pannelli di canapa significa quindi scegliere un materiale naturale che favorisce il comfort abitativo e la salubrità degli ambienti interni. I pannelli di fibra di canapa garantiscono ottime prestazioni sia per l’isolamento termico nelle pareti perimetrali dell’edificio e nelle tramezzature; sia per l’isolamento acustico se posto nei controsoffitti e nei pavimenti con l’obiettivo di ridurre il rumore da calpestio; sono adatti alle nuove costruzioni ma anche a ristrutturazioni o correzioni acustiche di ambienti esistenti.

Composto dal 90% da fibre di canapa il pannello è riciclabile ed ha un calore specifico superiore alle lane minerali che favorisce il raffrescamento estivo degli edifici. La sua applicazione è indicata particolarmente in ambienti molto umidi, infatti, rispetto ad altri isolanti, la canapa ha il vantaggio di assorbire l’umidità e rilasciarla nel tempo.

Le sue proprietà traspiranti evitano l'insorgere di condensa interstiziale, garantendo ambienti abitativi salubri, privi di batteri, muffe e microbi. Garantisce eccellenti prestazioni sia contro il freddo, grazie alla bassa conduttività termica, sia contro il caldo, grazie al suo elevato calore specifico e ad una bassa diffusività che fa sì che il calore all’interno del materiale si estingua rapidamente, permettendo quindi di isolare al meglio gli edifici per limitare le dispersioni di calore, diminuendo così i consumi energetici, concetto questo alla base dell’architettura ecosostenibile. I pannelli si montano con estrema facilità e non richiedono manodopera specializzata per la posa in opera.

 

CARATTERISTICHE DEI PANNELLI IN CANAPA

I pannelli o rotoli in fibra di canapa sono morbidi e flessibili, prodotti testati e autorizzati secondo le norme europee, realizzati grazie all'impiego della fibra stessa, trattata a volte con sali di boro per migliorarne la resistenza al fuoco, e da una percentuale di fibra di poliestere.

Il materiale garantisce:

  • Ottimo isolamento dal punto di vista termico e acustico, con capacità anche doppia rispetto agli isolanti di origine minerale;
  • Buona igroscopicità, ossia buona capacità di assorbire e rilasciare acqua: grazie a questa caratteristica è in grado, quindi, di combattere la formazione di muffe all'interno degli ambienti;
  • Traspirabilità;
  • Resistenza all'attacco degli insetti;
  • Riciclabilità a fine vita, con riutilizzo nell'industria cartaria o come combustibile.

Gli unici punti deboli registrati sono relativi a una bassa resistenza alla compressione e al fuoco, motivo per il quale spesso viene trattato con i sali di boro.

 

COSTO CANAPA PER PANNELLI

In fase di ristrutturazione, trattandosi di apposizione di isolanti termoacustici, la lavorazione rientra tra quelle agevolabili nella misura del 65%, in quanto interventi volti alla riqualificazione energetica dell'edificio; ai fini della detrazione è necessaria l'asseverazione, firmata da un tecnico abilitato, nella quale devono essere indicati il valore stimato di trasmittanza del vecchio involucro e il valore di trasmittanza del nuovo.

Inoltre deve essere dimostrato che tale nuovo valore rispetta il valore limite di trasmittanza riportato nella Tabella 2 del D.M. 26 gennaio 2010. Il costo dipende chiaramente dallo spessore del pannello scelto, che può variare dai 40 mm agli 80 mm. In media un rotolo di fibra di canapa da 1,8 mq costa circa 21,49 euro iva inclusa.

Se avete in programma delle ristrutturazioni o dei miglioramenti energetici sul vostro edificio, nel documento in allegato troverete degli utili consigli per procedere alla richiesta delle detrazioni fiscali:

>> SCARICA L'APPROFONDIMENTO

LEGGI ANCHE

ETFE
MATERIALE
MEDIATIC
l'ETFE: rivestimento in facciata
ETFE-materiale-mediatic-barcellona
RISORSA
IDRICA
Acqua
Recupero acqua piovana.
recupero-acqua-piovana
CASA
PASSIVHAUS
RISTRUTTURARE
Le soluzioni passive.
passivahus
IMPIANTI
RISCALDAMENTO
PAVIMENTO
Riscaldamento uniforme
riscaldamento-a-pavimento-impianto
IMPIANTO
IDRICO
Geotermico
Il calore della Terra.
impianto-geotermico

 

SPONSOR

 

SOCIAL NEWS

Azienda

EUDOMIA S.r.l.

Indirizzo: Via Bruno Serotini 89
00135 Roma (RM) - Italia

Tel: 06 2112 9678
Cell: 328 982 6756
E-mail: info@eudomia.com

P. IVA: 14641901005

R.E.A.: RM 1535328

Sponsor

Dove Siamo

Informativa sulla privacy