PRIMAVERA, SPUNTANO LE VERANDE

Matrimonio di Funzionalità ed Estetica


chiusura terrazzo - Favorini TendeA chi non è capitato, camminando per la città,  di vedere balconi chiusi da pannelli di vetro?

Difficile stimare quanti siano gli interventi a norma, ma che la chiusura di balconi e terrazze sia molto diffusa è un dato di fatto. Ovvio il perché: con costi contenuti maggiore spazio abitativo, fruibile in ogni stagione.

In inverno, grazie alla possibilità di installare pannelli scorrevoli o a battenti, la struttura viene totalmente chiusa garantendo sia una accumulazione di calore che favorisce il riscaldamento anche degli altri ambienti della casa che un angolo di relax a contatto con l'esterno. In estate, lasciando la struttura aperta, si potrà godere della ventilazione naturale che permetterà di raffrescare tutti i locali della casa, come prima della chiusura.

Ci sono anche altri benefici si ricavano dalla chiusura di un balcone; ad esempio viene garantito un riparo da ogni variabile meterologica come pioggia e vento, ma può funzionare anche da barriera contro i rumori provenienti dall'esterno.

Ovviamente, disponendo di un nuovo ambiente vivibile e confortevole, l'appartamento acquisterà un valore economico maggiore.

La creazione di questo tipo di ambienti era una pratica ampiamente sviluppata già nel XVI secolo, quando nell'Europa Centrale per ampliare la superficie vetrata delle stanze, venivano realizzati i bow-window, termine inglese con cui si voleva indicare un balcone chiuso per lo più a forma di edicola aggettante all'esterno di un edificio.

 

CHIUSURA TERRAZZO

Importante sapere che, chiudere un balcone (o terrazzo) mediante una struttura composta da un telaio nel quale vengono predisposti dei pannelli di vetro, significa installare una veranda, che pur essendo facile da realizzare è comunque un intervento regolato da una normativa.La realizzazione di una veranda non compromette, solo l'aspetto architettonico o il decoro di un edificio ma può comportare diverse problematiche sotto diversi aspetti.

In merito all'aspetto urbanistico la chiusura del balcone è un'opera capace di influire sulla cubature e sulla superficie utile e, quindi, incide anche sui parametri edilizi.Il nuovo manufatto, potrebbe gravare negativamente sui parametri statici dell'edificio, quindi per la realizzazione di tale opera è importante l'intervento di un professionista abilitato in grado di redigere un progetto, grazie al quale viene reso possibile il rilascio del titolo abilitativo all'esecuzione dei lavori.

Con la sentenza dell' 11 Maggio 2011, n.18507 la Corte di Cassazione ha stabilito che chi, in assenza di un titolo abilitativo dei lavori aveva chiuso il balcone con una intelaiatura metallica e pannelli di vetro, aveva commesso un vero e proprio abuso edilizio.

Con la suddetta sentenza la Corte di Cassazione ha condannato l'imputato ad una pena di due mesi di arresto,una sanzione di 15.000 euro e la condanna delle spese di giudizio.

Un nodo su cui ancora non si è fatta chiarezza è in quale categoria d'intervento è possibile inquadrare l'installazione di nuove verande; alcune volte viene considerato “intervento di ristrutturazione edilizia” , altre volte viene classificato come intervento di “nuova costruzione”.

Ciò che invece è chiaro, è che interventi di questo tipo sono soggetti a diversi tipi di autorizzazioni:

  • L'autorizzazione dell'amministrazione comunale, che viene rilasciata dall'Ufficio Tecnico del Comune dove è collocato l'immobile da modificare.
  • Il nulla osta della sovraintendenza se l'intervento viene eseguito all'interno di un centro storico.
  • L'autorizzazione da parte dell'assemblea di condominio, nonché dell'amministratore, se l'intervento avviene all'interno di un condominio.

Sostanzialmente per la chiusura di un balcone si hanno due elementi fondamentali, la struttura portante e i pannelli di vetro. La struttura portante è la parte che deve resistere alle sollecitazioni, alle intemperie, all'usura del tempo.

I materiali maggiormente utilizzati per la realizzazione dei suddetti telai sono il pvc l'alluminio, ed il legno.

I pannelli di vetro devono necessariamente rispettare degli standard di sicurezza quindi, devono resistere a sbalzi termici, agli agenti atmosferici, deve resistere ad urti e soprattutto non devono permettere intrusioni furtive.

La tipologia del vetro invece può essere scelta dall'utenza in base alle proprie esigenze e alla molteplicità di tipologie presenti sul mercato: vetrocamera, vetri basso-emissivi, vetri riflettenti o assorbenti, vetri fono assorbenti, vetri blindati, vetri autopulenti ecc. Ad oggi molte aziende leader nel mercato dei serramenti, verificando la grande domanda per i sistemi di chiusura di balconi e terrazzi, stanno ampliando la loro gamma di prodotti in modo da fornire nuove soluzioni in questo ambito.

Molte di loro infatti mirano alla promozione di sistemi invisibili, che non alterino l'immagine delle facciate e che non creino nessuna barriera visiva.

 

MB GAZEBO

MB-GAZEBO L'azienda MB-GAZEBO ha studiato un sistema tutto vetro GS12, ideale per la chiusura balconi, poiché non cambia l'estetica dell'edificio.

Questo sistema è composto solo da un binario superiore e uno inferiore con un profilo di tenuta vetro soltanto di 3 cm, ciò gerantisce una chiusura dotata di una trasparenza assoluta grazie alla totale assenza di profili verticali.La chiusura del balcone è resa ermetica d'inverno tramite le guarnizioni trasparenti (amovibili) poste tra le ante indipendenti che si impacchettano su un lato.

Inoltre viene data la possibilità di realizzare vetrate scorrevoli con ante che girano anche su angoli di 90° permettendo anche la chiusura di balconi tondi.

 

ALLUMIT ITALIA

La ALLUMIT ITALIA realizza chiusure in vetro per balconi e terrazzi con l'utilizzo di lastre di vetro temprato e stratificato che si richiudono su se stesse in modo ermetico.Gli spessori delle lastre utilizzate, garantiscono un'ottima insonorizzazione e un importante isolamento termico, garantendo, un grande risparmio energetico nel tempo.

 

FAVORINI TENDE

FAVORINI TENDE propone la realizzazione di pareti in vetro, per chiudere balconi e terrazzi con pannelli di cristallo temprato da 10 mm  - sottoposti a prove di termoresistenza  - senza nessun profilo verticale. Questo sistema oltre ad offrire un notevole risparmio energetico permette anche di ridurre il rumore fino a 14 bB nonostante la massa ridotta.  E' possibile scegliere tra strutture per la vetrificazione di balconi che siano pieghevoli e girevoli. Ad esempio si può pensare di installare un sistema a tutto vetro non isolato, oppure un sistema in alluminio non isolato con vetro di sicurezza monolastra temprato o ancora un sistema in alluminio non isolato con vetrata isolante.

NEWSLETTER

SPONSOR

 

SOCIAL NEWS

Azienda

EUDOMIA

Indirizzo: Via Bruno Serotini 89
00135 Roma (RM) - Italia

Tel: 06 2112 9678
Cell: 328 982 6756
Fax: 06 303 10 790
E-mail: info@eudomia.com

Seguici

facebook-eudomiatwitter-eudomiapinterest-eudomiagoogle+_edudomia

Contattaci